Grenaches du monde 2017, meeting internazionale e conferenza stampa di presentazione l’8 novembre a Jerzu.

L'occasione per la presentazione alla stampa sarda della manifestazione enologica dedicata ai vitigni Grenaches/Cannonau è fornita dall'incontro internazionale che, proprio in preparazione dell’evento di febbraio 2017, riunisce a Jerzu i rappresentanti di Associazioni e Consorzi di tutela vitivinicoli francesi, spagnoli e italiani.

CAGLIARI, 4 NOVEMBRE 2016 - Si terrà martedì 8 novembre, alle ore 11, nella cantina Antichi Poderi di Jerzu, la conferenza stampa di presentazione del concorso enologico internazionale "Grenaches du monde 2017", in programma nell’Isola nel febbraio del prossimo anno. Interverranno l’assessora dell’Agricoltura Elisabetta Falchi, la direttrice dell’Agenzia LAORE Maria Ibba, i rappresentanti dei Comuni coinvolti nell’organizzazione (Alghero, Cagliari, Nuoro), di Unioncamere Sardegna e dei Consorzi di tutela dei vini sardi. 


Il meeting internazionale. L’occasione per la presentazione alla stampa sarda della manifestazione enologica dedicata ai vitigni Grenaches/Cannonau è fornita dall’incontro internazionale che, proprio in preparazione dell’evento di febbraio 2017, riunisce a Jerzu i rappresentanti di Associazioni e Consorzi di tutela vitivinicoli francesi, spagnoli e italiani. Partecipano: per la Francia, Conseil Interprofessionnel des Vins du Roussillon (CIVR, comitato organizzatore del concorso), Association Grenache, Chateauneuf du Pape; per la Spagna, GDM España, Institut Català de la Vinya i el Vi, Terra Alta Altavins, Terra De Garnatxes, Campo De Borja, Institution Aragon Exterior, Garnacha Origen; per l’Italia, GDM Italia, Consorzio Colli Berici e Vicenza, Consorzio Colli del Trasimeno. Presenti al completo anche i Consorzi sardi: Consorzio di Tutela Vini di Sardegna Doc, Consorzio di Tutela Vini di Cagliari doc, Consorzio di Tutela vino Carignano del Sulcis doc, Consorzio di Tutela Vini di Alghero doc, Consorzio di Tutela del Cannonau doc, Consorzio di Tutela del Vermentino di Gallura docg, Consorzio di Tutela del Vermentino di Sardegna doc, Associazione Strada del vino Cannonau. 

Il programma. Il meeting, che durerà dal 7 al 9 novembre, prevede per il giorno 7 le visite alle cantine di Dolianova e Serdiana. Martedì 8, nella cantina Antichi Poderi di Jerzu, le sessioni di lavoro inizieranno con la presentazione dei territori del Cannonau, a cura dell’Agenzia LAORE e del Grenache, Garnatcha, Garnatxa ed altri sinonimi italiani. Inoltre è prevista nel pomeriggio una presentazione ad opera di tutti i Consorzi (sardi, francesi, spagnoli e italiani) delle diverse attività e esperienze realizzate per valorizzare le proprie produzioni, alla quale parteciperanno anche l'agenzia regionale AGRIS e l'Università di Sassari nell’ottica di avviare ulteriori collaborazioni e dare vita al progetto dei Grenaches del Mediterraneo. 

L'organizzazione. L’edizione sarda di “Grenaches du monde” viene organizzata dall’agenzia regionale LAORE su mandato dell’Assessorato dell’Agricoltura insieme al CIVR, Conseil Interprofessionnel des Vins du Roussillon, con la collaborazione, tra gli altri, dei Comuni di Alghero, Cagliari e Nuoro e delle Camere di Commercio della Sardegna attraverso il sistema Unioncamere.

[http://www.regione.sardegna.it/index.php?xsl=25&s=321644&v=2&c=128&t=1&aclang=it%2Cfr%3Bq%3D0.8%2Cen%3Bq%3D0.6&httphst=www.regione.sardegna.it]

Torna, come ogni anno, la manifestazione più attesa dell'estate ogliastrina.

La notte di San Lorenzo avrà luogo l'evento clou della manifestazione Jerzu Wine Music and Festival che inizierà il 1 agosto con il teatro de Il Festival dei Tacchi e che comprenderà anche la 37° Sagra del Vino.

Il cannonau e il vermentino saranno serviti in calici marchiati Calici di Stelle -che possono già essere acquistati online con prevendita- e sono previsti due percorsi degustazione: uno percorrà le cantine dei piedi del paese e l'altro la zona alta; entrambi termineranno alla Cantina Mereu con la frutta e il dolce. Il menù sarà sicuramente composto da piatti tipici ogliastrini e jerzesi quali cocoi de tamata, cocoi prena, culurgiones, carne di cinghiale in umido, carne arrosto, prosciutto e formaggio casu agedu, frutta e dolce. Lungo le strade di tutto il paese troverete anche bande itineranti che alieteranno il vostro percorso sensoriale mentre il concerto di mezzanotte si svolgerà nella Piazza Europa.

Tra pochi giorni il programma ufficiale.

Per maggiori info consultate la pagina Facebook Jerzu Wine Music and Festival o il sito ufficiale.

La grande festa del vino Bosa

 

Il 21 e 22 maggio 2016 siamo stati invitati a prendere parte a La grande Festa del Vino di Bosa che giunge quest' anno alla sua 3a edizione.

La Festa del Vino di Bosa è una manifestazione organizzata da l'associazione Centro Storico "Sa Costa" a cui prendono parte soprattutto aziende vitivinicole italiane anche se non mancano vini internazionali, prodotti enologici, artigianato, arte,prelibatezze della tradizione gastronomica italiana e folclore.

La manifestazione inizierà entrambi i giorni alle ore 13.00 e terminerà alle 22.30. Ogni visitatore avrà il proprio calice serigrafato "La Grande Festa del Vino Bosa", una tracolla con il logo della Grande Festa del Vino, un bracialetto di plastica monouso, una brochure con informazioni generali riguardanti la Grande Festa del Vino, contenenti indicazioni precise sull'ubicazione delle varie cantine ed espositori. 

Volendo si può acquistare il kit degustazione online a questo indirizzo.

Per maggiori informazioni consultare la pagina web http://www.lagrandefestadelvino.com/ oppure la pagina Facebook La Grande Festa del Vino Bosa.

Qui sotto una mappa del paese con le varie cantine presenti e il programma della manifestazione.

Confcooperative Nuoro Ogliastra

Sabato 4 Marzo, presso l'Exmè di Nuoro (ex mercato civico), parteciperemo a un'assemblea organizzata da Confcooperative Nuoro Ogliastra
L’Assemblea sarà un evento aperto al pubblico, ed avrà come tema principale il rapporto tra Cooperazione e Sviluppo Locale.
All’Assemblea parteciperanno, tra gli altri, il dott. Paolo Prosperini – Presidenza del Consiglio dei Ministri – che interverrà sul tema della Strategia Nazionale Aree Interne, il Presidente della Camera di Commercio di Nuoro Agostino Cicalò, ed il sindaco di Nuoro Andrea Soddu. Saranno inoltre presenti l’Assessorato alla Programmazione della Regione Sardegna, dirigenti nazionali e regionali di Confcooperative , ed altre importanti personalità del mondo della cooperazione e delle imprese.
Oltre al dibattito, agli interventi delle autorità e degli ospiti, ci penseranno le cooperative associate ad animare l’Assemblea: saranno infatti allestiti degli stand dove poter degustare i prodotti della cooperazione e dove verranno promossi i servizi offerti dalle cooperative e dal sistema Confcooperative.

Per informazioni sul programma consultare la pagina web di Confcooperative Nuoro Ogliastra.

 

Come gli anni scorsi, anche quest'anno parteciperemo alla manifestazione enologica più famosa d'Italia, ovvero il Vinitaly che giunge alla 50a edizione. Ci potrete trovare dal 10 al 13 Aprile 2016, presso Veronafiere, nel Padiglione 8 Stand A4.

I padiglioni saranno visitabili dalle 9.30 fino alle 17.00 da domenica a martedì e fino alle 16 il mercoledì.

Biglietto giornaliero € 80 - acquistato online € 75

Abbonamento 4 giorni € 120 - acquistato online 115*

*validità un ingresso per ciascun giorno

Per maggiori informazioni consultate il sito ufficiale del Vinitaly.

 

Questo il prossimo appuntamento con la 48^ edizione di Vinitaly (www.vinitaly.com), il Salone dei vini e distillati più importante al mondo, e le rassegne Sol, Agrifood Club ed Enolitech che completano l’offerta di Veronafiere nel settore wine&food e tecnologie.

48° Vinitaly Salone Internazionale del vino e dei distillati 6 – 9 aprile 2013.

Vinitaly, la prima fiera al mondo per il settore del vino, fa parte delle iniziative di Veronafiere.
Ente fieristico internazionale dal 1977, Veronafiere (www.veronafiere.it)
Dove: Verona, quartiere fieristico di Veronafiere – Viale del Lavoro, 8
Orario: continuato dalle 9.30 alle 18.30
Biglietti: giornaliero € 50 (acquisto online € 45); abboname nto 4 giornate € 90 (acquisto online € 80); l’ingresso è riservato ad operatori del settor e maggiorenni
Sito web: www.vinitaly.com

 

Corona al Cannonau di Sardegna D.O.C. Marghia 2014

I 30 coordinatori regionali riuniti a Buttrio hanno assegnato i massimi riconoscimenti ai vini di eccellenza. Forte successo per l’evento “Oggi le Corone le decido IO”. Giornalisti e blogger al voto sugli stessi vini analizzati dai coordinatori regionali confermano l’ormai consolidata trasparenza della guida del Touring Club Italiano. Al Friuli Venezia Giulia 33 corone.

Con la cerimonia pubblica che si è tenuta sabato 30 luglio alle 18,30 a Villa di Toppo Florio a Buttrio (UD) si sono ufficialmente conclusi i lavori della guida Vinibuoni d’Italia 2017 del Touring. La cerimonia di proclamazione delle Corone ha visto la partecipazione di molti produttori della Regione, che con la loro presenza hanno sottolineato il grande successo dei vini friulani con 33 corone ottenute su 43 finalisti presentati.


Il grande impegno organizzativo della Pro Loco Buri in collaborazione con Ersa e Turismo FVG ha permesso l’andamento regolare e perfetto delle degustazioni che anche quest’anno hanno coinvolto i 30 coordinatori regionali della guida che nella tre giorni di Buttrio si sono impegnati a fondo nella difficile individuazione dei vini che hanno meritato l’ambito premio della Corona con voto palese di maggioranza.

Alla Finale di Buttrio sono giunti 700 vini in rappresentanza di tutte le regioni italiane, vini ottenuti da affermati vitigni autoctoni italiani, ma anche da vitigni poco conosciuti che rappresentano l’orgoglio e la ricerca operata negli ultimi anni da vignaioli attenti a rivalutare l’immenso patrimonio ampelografico della Penisola.

Le corone: una selezione senza dubbio rigorosissima. Hanno raggiunto l’ambito riconoscimento della Corona 491 viniPer la 14° edizione della guida sono stati degustati circa 26.000 campioni con un incremento del 4% rispetto ai vini degustati lo scorso anno. Tutti i campioni sono stati degustati “alla cieca”dalle diverse commissioni regionali nelle fasi di selezione. I 700 vini che sono stati ammessi alle finali rappresentano appena il 2,69% delle etichette partecipanti. Un dato che evidenzia il rigore con cui vengono selezionati i vini per l’ammissione alle finali. A suffragare il rigore sono inoltre i vini che hanno ottenuto la Corona di Vinibuoni d’Italia, che rappresentano appena l’1,88% del totale dei vini degustati. Il riconoscimento top della Corona è stato sancito con voto palese delle tre commissioni in cui – durante le finali  – sono stati suddivisi i coordinatori regionali., esclusi tuttavia dal voto sulla propria regione. Il diploma di merito verrà assegnato anche quest’anno alle aziende che hano ottenuto la Corona durante l’inaugurazione di Merano Winefestival.

[http://vinibuoni.it/le-corone-vinibuoni-ditalia-2017/]